Lezione di crowdfunding n°18. Ringraziare i propri sostenitori è il giusto modo per creare una comunità di appassionati alle proprie idee e progetti.

indice 3Venerdì 13 novembre, negli spazi di Toolbox, lo staff dell’Indice dei Libri ha organizzato la “festa del ringraziamento”. Un allegro momento di incontro organizzato con cura per ringraziare personalmente gli oltre 100 donatori che hanno sostenuto con generosità ed entusiasmo la campagna di crowdfunding appoggiata sulla piattaforma www.innamoratidellacultura.it
I presupposti c’erano tutti. Prima di iniziare la campagna mi sono riunita un paio di volte con lo staff di Fahreneit452,   startup specializzata in comunicazione culturale a cui Mario Montalcini, nuovo Ad dell’Indice dei Libri del Mese ha affidato la gestione del crowdfunding e, una volta raccolto il denaro necessario, delegato la costruzione del nuovo sito della famosa rivista e la gestione dello stesso.
indice 2Insieme allo staff di Fahreneit452 abbiamo costruito una strategia che, partendo dallo storytelling, sino ad arrivare alle azioni vere e proprie di comunicazione, ha certamente creato i presupposti perché questa campagna di crowdfunding avesse successo. Per me è sempre più vero che il progettista che segue la campagna e se ne occupa senza remore o timori riesce ad avere successo. Invece, le campagne che vedo ferme sul portale non sono bloccate perché brutte o poco interessanti. Semplicemente non vengono seguite dai loro organizzatori. Questo per me rimane un vero mistero :perché montare una campagna di crwodfunding è faticoso. Che senso ha lasciarla languire sul portale?
indice 1Tornando alla “festa del ringraziamento” , ho trovato che la location fosse davvero azzeccata. Toolbox è il più grande spazio cittadino dedicato al coworking. Un edificio industriale ristrutturato magnificamente qualche anno fa e in grado di offrire scrivanie e sale riunioni per ogni esigenza e portafoglio. Anche l’organizzazione era perfetta. Il buffet, abbondante e ben curato. L’atmosfera gioiosa e rilassata. I donatori, hanno partecipato in molti. Vedere i sorrisi raggianti delle persone mi ha fatto pensare che il crowdfunding abbia qualcosa di magico. Mette veramente insieme le persone. Ma non si tratta di condivisione. Credo si tratti di qualcosa di diverso. Qualcosa che ha a che fare con la costruzione di un io comune.Partendo dalla condivisione si arriva alla comunione. Di intenti e poi di cuori.

E’ stata davvero una bella serata. Grazie all’Indice dei Libri, allo staff di Fahreneit452 e ai generosi sostenitori.

Emanuela Negro-Ferrero – Ceo – enf@innamoratidellacultura.it